Agenda ottobre 2021

Animali e paesaggio

 Gli uomini hanno avviato i primi procedimenti di domesticamento spinti dalle condizioni degli ambienti naturali […] trasformandoli, essi stessi si sono trasformati; tale processo di trasformazione e interazione è proseguito fino ad oggi, scavando però troppo sovente un abisso fra i domesticatori inebriati dei propri successi e il resto della natura. […]  Si trarrà di sicuro vantaggio a sbarazzarsi…

Agenda settembre 2021

Il mio posto al mondo

Se smetto di amarti è il Caos, dice Otello: ed è così.  Se faccio (non creo) un parco, un giardino, non è il lavoro di scelta che compio o di organizzazione da cui mi aspetto la gioia, il mio gesto è solo propiziatorio, ma dalla vita che d’un tratto si esprime dentro il corso della stagione nelle piante, dal…

Agenda giugno 2021

Il tempo degli alberi

 Il più vecchio albero italiano di cui sia certa l’età è un pino loricato che cresce in Calabria abbarbicato sul Pollino. È nato nel 1026, più giovane quindi di un suo omonimo nato nel Nord della Grecia nel 941 e considerato il più vecchio essere vivente del Mediterraneo. Il più vecchio del mondo invece è un…

Agenda maggio 2021

Güllüdere e Kizilçukur: la Valle delle Rose e la Valle Rossa in Cappadocia

Le due valli contigue, scavate nella roccia vulcanica, ci mostrano la misura e il valore profondo di un paesaggio nel quale le forme dell’insediamento umano e la dirompente natura geologica del suolo conservano le tracce di un’antichissima cultura dell’abitare prevalentemente rupestre, in condizioni di equilibrio tra le diverse manifestazioni della natura e delle culture che l’attraversano nel susseguirsi…

Agenda aprile 2021

Il paesaggio viti-culturale dell’Antropocene

L’immagine che illustra l’Agenda, con la cruda desolazione dell’abbandono, ci porta a precipizio dentro lo stato delle cose. Quei manufatti in cemento risalgono al primo dopoguerra e sono stati realizzati da anonimi artigiani in loco nei dintorni di Valdobbiadene. Vale a dire che cento anni fa, o giù di lì, c’erano uomini che camminavano le colline a costruire quelle vasche con i…

Agenda marzo 2021

Nella selva

 La selva torna sia come immagine, capace di riassumere i caratteri dei luoghi e le modalità di attraversamento degli stessi, sia come realtà: l’avanzata dei boschi in alcuni territori e la presenza di aree selvagge e selvatiche in città sono fatti concreti e in continua espansione. I due piani di lettura della selva, quello che la assume come figurazione per interpretare…

Agenda febbraio 2021

Corpi, paesaggi. La danza del Sole

 Opera plasmata dal lento modellarsi degli elementi, dal ritmo delle stagioni e quindi mai fissata, opera dell’attimo in cui ogni scelta dell’itinerario, ogni ritmo dei passi, ogni sfumatura di luce, ogni sguardo cambia la percezione, il giardino sarebbe infatti un’“arte in due tempi”, secondo la formula di Henri Gouhier, in cui scrittura e esecuzione non sono…

Agenda gennaio 2021

Il gioco, una cosa seria

Che il gioco sia anche una cosa seria, sebbene possa parere strano, è un indiscutibile dato di fatto.  Si pensi a quanti si impegnano nel gioco senza risparmio di fatiche, costi e obblighi, con un fervore e una diligenza che magari non mettono nelle incombenze più impegnative del vivere quotidiano. E si pensi alla dolce leggerezza del…

Agenda dicembre 2020

Pasolini e Medea in Cappadocia

Sulle tracce del luogo del Premio Carlo Scarpa 2020–2021 Il grande ingresso della Cappadocia in Medea avviene al nono minuto circa del film, quando la vista si spalanca sulla piazza della città di Ea, la capitale della Colchide, il regno di Eeta, figlio del Sole e padre di Medea. Lo scenario sublime del paesaggio cappadoce si…

Agenda novembre 2020

Mappe! Officine culturali della modernità

 Il geografo genovese Massimo Quaini in uno dei suoi libri più seducenti, L’ombra del paesaggio (Diabasis 2006), scriveva: «non c’è paesaggio senza mappa. Il paesaggio è una delle tante nostre mappe, che la carta geometrica formalizza, filtra nel suo linguaggio rigoroso e unificante, senza poterlo esaurire», e distingueva due tipi di mappe, quelle vuote e quelle piene, le prime perfette, le…