Paesaggi che cambiano, 2020-2021

nona rassegna cinematografica dedicata ad Andrea Zanzotto

Ultima chiamata

primo ciclo di proiezioni, autunno 2020

a cura di Simonetta Zanon

 

 L’“ultima chiamata” del film di apertura, il cui titolo abbiamo scelto anche per la rassegna, risale a quasi mezzo secolo fa e si riferisce all’allarme lanciato dal Club di Roma su problematiche di scala planetaria con la previsione di scenari mondiali catastrofici che puntualmente si stanno verificando. 

In quello stesso periodo, l’urbanistica moderna mostrava le prime crepe e anche per il disegno delle città si affacciavano concezioni diverse, come la visione lungimirante della “cittadina Jane” (Citizen Jane) che, mettendo gli abitanti al primo posto e privilegiando il significato e le potenzialità sociali, ecologiche e estetiche della scala urbana di quartiere e di vicinato, apriva la strada all’attivismo civico e alla progettazione partecipata. Questioni che si sono poi imposte all’attenzione generale nel periodo recente, spesso solo come facili slogan “acchiappa consensi”, e che in qualche modo rappresentano un’altra “ultima chiamata”, purtroppo ancora in attesa di essere recepita nelle pratiche di pianificazione, progettazione e gestione dei luoghi, delle città, dei paesaggi. 

Su altre “ultime chiamate” ci solleciteranno anche gli altri titoli in programma, raccontando il nostro pianeta e l’attuale emergenza climatica da punti di vista diversi ma tutti convergenti sulla necessità di un cambio di paradigma.

Si parlerà dei processi di industrializzazione che investono le foreste di tutto il mondo (Le temps des forêts, in collaborazione con il Trento Film Festival), dell’irrompere della modernità con tutte le sue contraddizioni perfino presso i nomadi del deserto del Marocco, da sempre intimamente connessi ai loro paesaggi (Le ciel, la terre et l’homme, in collaborazione con l’Edera Film Festival) e, infine, dell’emergenza ambientale che riguarda le api, e quindi tutti noi, ricordando che un terzo di ciò che mangiamo non esisterebbe senza il loro lavoro di impollinazione (Un mondo in pericolo). (SZ)

 

mercoledì 14 ottobre ore 21

Ultima chiamata

regia di Enrico Cerasuolo (Italia, 2013, 90’)

Introduce e commenta il film il regista Enrico Cerasuolo

 

mercoledì 21 ottobre ore 21

Citizen Jane

regia di Matt Tyrnauer (USA, 2016, 92’)

Introduce il film Elena Cattarossi, architetto paesaggista, SPAA Studio, Treviso

 

mercoledì 4 novembre ore 21

Le temps des forêts (proiezione online)

regia di François Xavier Drouet (Francia, 2018, 104’)

Introduce il film Paolo Pietrobon, presidente Ordine Agronomi e Forestali Provincia di Treviso.

Proiezione organizzata in collaborazione con Trento Film Festival

 

mercoledì 18 novembre ore 21

Le ciel, la terre et l’homme

regia di Caroline Reucker (Germania, 2018, 69’)

Introduce il film Gloria Aura Bortolini, direttrice artistica dell’Edera Film Festival.

Proiezione organizzata in collaborazione con Edera Film Festival

 

mercoledì 2 dicembre ore 21

Un mondo in pericolo

regia di Markus Imhoof (Svizzera, Germania, Austria, 2014, 91’)