La biblioteca incontra 2017

appuntamenti pubblici dedicati alle collezioni del centro documentazione

 

L’annuale iniziativa, dedicata all’approfondimento e alla valorizzazione del patrimonio documentario conservato dalla Fondazione Benetton, si articola quest’anno in quattro appuntamenti dedicati al Fondo Coletti, esempio, quasi sicuramente unico nel Trevigiano, di una biblioteca e di un archivio che documentano la presenza della famiglia – di origini cadorine – e dei suoi membri più rappresentativi nella storia recente non solo di ambito locale, ma anche, per molti aspetti, di rilevanza nazionale. Il fondo è da tempo fonte preziosa di studio e documentazione per ricercatori, interni ed esterni, e oggetto di un sistematico lavoro di analisi e catalogazione che ne stanno progressivamente rivelando le peculiari caratteristiche e i molteplici elementi di interesse.

 

martedì 21 febbraio 2017, ore 18

Nella mente dello storico dell’arte: il metodo di Luigi Coletti

Alice Cutullé, storico dell’arte, Giuliana Tomasella, storico dell’arte, Università degli studi di Padova

L’analisi di una sezione dell’archivio di lavoro di Luigi Coletti consente di ripercorre un itinerario ideale nel suo metodo di studio, mettendolo anche in relazione con altre grandi figure di storici dell’arte suoi contemporanei e lo sviluppo della nuova disciplina della critica d’arte.

 

martedì 21 marzo 2017, ore 18

Luigi Coletti e l’Associazione per il Patrimonio artistico Trevigiano

Eugenio Manzato e Chiara Voltarel, storici dell’arte

L’Associazione per il Patrimonio artistico Trevigiano, presieduta da Luigi Coletti, svolse un ruolo fondamentale per la tutela dei beni artistici del territorio negli anni 1910-1940. Ricostruirne la storia consente di evidenziarne gli elementi di modernità e di continuità anche in rapporto al contemporaneo.

 

martedì 11 aprile, ore 18

Restaurare a Treviso tra buone pratiche e istituzioni: l’esempio di Luigi Coletti

Rossella Riscica, architetto, Antonio Bigolin, restauratore e Luca Majoli, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso

Il restauro dei beni artistici, come esercizio di sapiente equilibrio fra cultura tecnico-scientifica e relazione con le istituzioni pubbliche deputate all’esercizio della tutela, trova un esempio virtuoso nell’attività di Luigi Coletti, raccontato con una selezione di casi e un raffronto con il contemporaneo.

 

martedì 23 maggio 2017, ore 18

La famiglia Coletti, un trait d’union di lunga durata fra Treviso e Cadore.

Bruno De Donà, storico e giornalista e Emanuele D’Andrea, avvocato e vice presidente della Magnifica Comunità di Cadore

La famiglia Coletti e il suo forte e duraturo rapporto con la terra di origine, e una panoramica sui materiali conservati nella biblioteca e nell’archivio come un altro tassello nella rete di fonti disponibili note, quale ad esempio l’archivio della Magnifica Comunità, per la storia del Cadore.

 

Iniziativa pubblica audio e/o videoregistrata. Consultabile, a partire dalla settimana successiva alla data in calendario, presso il centro documentazione della Fondazione o, in modalità on line su richiesta all’indirizzo archivio@fbsr.it.