Premio Gaetano Cozzi per saggi di storia del gioco

Bando 2017, seconda edizione

La Fondazione Benetton Studi Ricerche, nell’ambito delle ricerche promosse sin dall’inizio della sua attività nel 1987 sul gioco, la festa, lo sport e, in generale, la ludicità fino allo scoppio della seconda guerra mondiale, bandisce due premi annuali di 3.000 euro destinati a giovani studiosi.

 

Si tratta di una iniziativa che intende proseguire la lunga esperienza fatta dalla Fondazione assegnando, nel corso di un trentennio, oltre 70 borse di studio per laureati di vario livello e grado accademico. Le borse di studio assegnate a partire dal 1988, sulle quali si possono trovare informazioni in questo sito e naturalmente nel centro documentazione della Fondazione, erano dedicate fino al 2000 alla memoria di Stefano Benetton e, dal 2001 al 2015, a Gaetano Cozzi, l’illustre studioso scomparso nel 2001 che ne è stato ideatore e animatore e che fino al 2000 ne ha presieduto la commissione giudicatrice.

 

Il Premio per saggi inediti è anch’esso dedicato alla memoria di Gaetano Cozzi. La commissione giudicatrice del Premio è attualmente presieduta da Gherardo Ortalli e composta da responsabili scientifici della rivista «Ludica. Annali di storia e civiltà del gioco». Il regolamento del Premio, internazionale, è qui pubblicato in pdf e in diverse lingue.

Vincitori della prima edizione 2016

Patrizia Giamminuti, Il Gioco dell’Oca: una proposta iconografica

Andreas Hermann Fischer, A Remedy for the Weary Mind. Intellectuals and Play in the Middle Ages

 

menzione per

Mark Kaethler, Jean Barbier and Thomas Middleton Rewrite the Rules of Chess