Antonio Valente. Intavolatura de cimbalo, Napoli 1576

conversazione online e concerto
-
Treviso, chiesa di San Teonisto

La stagione concertistica 2021 del progetto Musica antica in casa Cozzi si conclude sabato 27 novembre alle ore 18.30 con la musica per cembalo di Antonio Valente (c.1520 – c.1601), riportata in vita dalla ricerca attenta e paziente della cembalista Paola Erdas.

 

Il concerto sarà introdotto da una conversazione online (link iscrizione) fra il liutista e il direttore artistico Stefano Trevisi in programma giovedì 18 novembre alle ore 18 sulla piattaforma Zoom.

 

Antonio Valente, Cieco Napolitano. Così questo musicista, napoletano d’adozione, si firma nella sua fondamentale Intavolatura de Cimbalodel 1576, il primo libro dedicato unicamente al clavicembalo, redatto con una speciale e complessa scrittura musicale inventata dallo stesso autore. Cieco, ma inventore di una scrittura. Celebre ai suoi tempi – stimato nel corso dei secoli – ma ai giorni nostri ingiustamente trascurato. Un autore fatto di contrasti, le cui musiche passano da una scrittura coltissima e raffinata all’impianto più “pop”, il tutto condito con sapiente piacevolezza, con arte sopraffina che incanta e seduce.

Paola Erdas circonderà la musica di Valente con composizioni di autori coevi di area ispanica, a ricreare l’ambiente musicale della sontuosa Napoli spagnola della fine del Cinquecento. Il programma si chiude con un brano del musicista che meglio rappresenta la continuazione dello stile di Valente nell’apoteosi del magnifico e delirante primo Barocco: la Canzon Francesedel Principe don Carlo Gesualdo da Venosa.