Treviso urbs picta

Facciate affrescate della città dal XIII al XXI secolo: conoscenza e futuro di un bene comune

a cura di Rossella Riscica e Chiara Voltarel

Fondazione Benetton Studi Ricerche-Antiga Edizioni

Treviso 2017

VIII-208 pp., 244 illustrazioni a colori e 36 in bianco e nero

in allegato mappa degli edifici affrescati

prezzo di copertina 33 euro, ISBN 978-88-8435-044-2

(il volume sarà pubblicato a breve anche in lingua inglese)

L’antica consuetudine di decorare le facciate degli edifici ha caratterizzato Treviso così a lungo da farla conoscere come “urbs picta”. Dal 2011 la Fondazione Benetton Studi Ricerche ha avviato su questo fenomeno una ricerca che ha portato, tra l’altro, alla creazione di una banca dati che conserva, su edifici esistenti ed esistiti, tutte le informazioni raccolte attraverso sopraluoghi sul campo, ricerche bibliografiche e archivistiche e un’accurata campagna fotografica (realizzata da Arcangelo Piai e Corrado Piccoli su incarico della Fondazione) sulle testimonianze pittoriche all’interno della cerchia muraria della città; il collegamento tra i dati acquisiti con la ricerca e le cartografie attuali e storiche permette di interrogare il sistema e ottenere varie e interessanti “mappe tematiche”. Questo lavoro sistematico ha permesso di sviluppare una serie di riflessioni, delle quali dà conto il volume Treviso urbs picta, che si apre con un saggio di Lionello Puppi, uno sguardo geograficamente e storicamente ampio sul tema, al quale segue un contributo di Andrea Bellieni che delinea la relazione tra le facciate affrescate e l’evoluzione urbanistico-architettonica della città. Seguono altri tre saggi: uno storico-artistico di Chiara Voltarel, che si sofferma su artisti, tipologie e tematiche delle decorazioni; quello di Rossella Riscica che attraversa le questioni dei degradi e degli interventi di conservazione delle facciate affrescate trevigiane; un excursus di Massimo Rossi sulle guide a stampa di Treviso, in relazione agli edifici dipinti. In chiusura, prima della postfazione di Eugenio Manzato, alcune schede di approfondimento su temi storico-artistici e sulle tecniche dei dipinti murali. Corredano i testi un ampio apparato fotografico, in gran parte inedito, e mappe tematiche di approfondimento, connesse alla banca dati.

 

indice del volume

Prefazione, di Giovanni Manildo e Marco Tamaro;

Tavola delle abbreviazioni;

Lionello Puppi, “Urbs picta”: qualche sommessa istruzione per l’uso;

Andrea Bellieni, Treviso, dal Medioevo verso il moderno: evoluzione urbana e architettura tra i secoli XV e XVIII;

Chiara Voltarel, Treviso affrescata nei secoli: colori, tipologie decorative, temi storici e artistici;

Rossella Riscica, Facciate affrescate tra degrado e conservazione. Storia e attualità;

Massimo Rossi, Geografia storica della “urbs picta” trevigiana. Dalle guide cittadine alla mappa degli edifici dipinti;

Treviso, immagini attuali di una città dipinta, fotografie di Arcangelo Piai e Corrado Piccoli;

Chiara Voltarel, Una pinacoteca all’aperto: opere e artisti;

Chiara Voltarel, Dalle prime decorazioni con fregi ai motivi modulari delle “tappezzerie”;

Chiara Voltarel, Decorazioni araldiche;

Rossella Riscica, Intonaco, affresco e decorazioni murali: alcune note sulle tecniche;

Postfazione, di Eugenio Manzato;

Treviso urbs picta: dal progetto alla pubblicazione di una ricerca, di Patrizia Boschiero.

Bibliografia generale, Elenco dei 475 edifici affrescati esistenti, Elenco dei 139 edifici affrescati non più esistenti, Elenco delle tavole, Referenze sulle illustrazioni, Indice dei nomi e dei luoghi.