Il più bel libro illustrato del mondo

conferenza e concerto con l’Ensemble Kalicantus
, ore
Treviso, auditorium Santa Caterina

Nell’ambito della stagione concertistica di musica antica, dedicata a Venezia, e promossa dalla Fondazione Benetton e dall’associazione almamusica433, con la direzione artistica di Stefano Trevisi, sono in programma, nell’auditorium di Santa Caterina di Treviso, una conferenza con Mario Infelise, Università Ca’ Foscari, e un concerto con l’Ensemble Kalicantus, dedicati al volume Hypnerotomachia Poliphili.

Nel 1499 lo stampatore Aldo Manuzio pubblicava l’Hypnerotomachia Poliphili (Combattimento amoroso di Polifilo in sogno), considerato per secoli il più bel libro mai stampato al mondo. Venezia nel secolo XVI, tra le tante cose che la rendono unica, è la prima città in Europa in cui si stampa; non solo i classici della letteratura latina e greca, gli autori moderni, ma anche la musica e le opere ebraiche. Una vera fucina di arte e invenzione.

La conferenza–concerto racconta l’Hypnerotomachia Poliphili, capolavoro della letteratura rinascimentale, scritto da Francesco Colonna, di cui la Biblioteca Civica di Treviso conserva una prima edizione. Treviso è il luogo geografico in cui si svolge il romanzo, un viaggio iniziatico, una metafora della vita che suscita ancora ai tempi nostri numerose riflessioni.  Le musiche degli autori stampati a Venezia, nelle famose stamperie dei maestri veneziani, saranno la cornice perfetta per far rivivere le parole e i suoni di un capolavoro antico.

Grazie alla collaborazione del Comune di Treviso e di Civita Tre Venezie, gli spettatori della conferenza–concerto, al termine dell’evento, potranno visitare gratuitamente la mostra Natura in posa. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea, aperta nel Museo di Santa Caterina. 

 

Sempre in collaborazione con il Comune di Treviso, nella mattina di domenica 22 marzo, dalle 10 alle 12.30, la preziosa prima edizione dell’Hypnerotomachia Poliphili potrà essere ammirata nella Biblioteca Civica 

di Treviso, nella sala di consultazione dei manoscritti antichi e rari, insieme ad altre pregiate opere lì conservate (posti limitati, prenotazione obbligatoria: lun–ven ore 9–13, 14–18, T 0422 5121)