Pascal Cribier: sulle orme di un giardiniere

seminario nell’ambito di "Naturale inclinazione" 2018
, ore

Il paesaggista francese Pascal Cribier (1953-2015), una delle figure più significative nella scena europea contemporanea, ha saputo rappresentare, nella sua opera, la continua tensione tra passato e presente, trovando in questa relazione uno degli elementi chiave che hanno guidato i suoi più importanti progetti, a partire da quello per i giardini delle Tuileries a Parigi.

Del suo lavoro e della sua importante eredità darà conto, nel primo appuntamento in programma, Hervé Brunon, introducendo Elena Antoniolli che, a sua volta, presenterà il suo lavoro di ricerca, svolto nel primo semestre del 2018 grazie a una delle borse di studio che la Fondazione mette a disposizione di giovani paesaggisti.

La ricerca, relativa all’area tematica Progetto di paesaggio, ispirata al paesaggista svedese Sven Ingvar Andersson (1927-2007), ha preso in esame alcune figure del paesaggismo contemporaneo, tra le quali appunto Cribier, analizzando nelle loro opere il rapporto tra gli studi sul giardino storico e la cultura del progetto contemporaneo.