Iniziative ospitate

lunedì 23 settembre e lunedì 30 settembre ore 20.30

Anatomia di un film. Corso di cultura cinematografica

A partire dal 23 settembre, per cinque lunedì tra settembre e novembre, l’associazione Cineforum Labirinto organizza negli spazi Bomben un corso di cinema articolato in cinque lezioni di due ore ciascuna, dalle ore 20.30 alle 22.30, e dedicato all’analisi di alcuni grandi capolavori della Settima Arte: Psyco di Alfred Hitchcock, 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, I 400 colpi di François Truffaut, La dolce vita di Federico Fellini e Blade Runner di Ridley Scott. 

Corso a cura di Marco Bellano, Università di Padova. 

Quota d’iscrizione: 80 euro.

Per info e iscrizioni: cineforumlabirinto@gmail.com, T 340 7417350.

 

giovedì 10 ottobre ore 17

Il maresciallo d’Italia Giardino. Comandante dell’armata del Grappa

incontro con Leonardo Malatesta, a cura dell’ISTRIT-Istituto per la storia del Risorgimento Italiano.

Per informazioni: T 329 8456895, info@istrit.org

 

AUSER-Università Popolare di Treviso

martedì 15 ottobre ore 16.30, inaugurazione anno accademico: presentazione del programma 2019-2020 e accettazione delle iscrizioni. L’attrice Valentina Paronetto interpreterà alcuni testi introduttivi;

martedì 22 ottobre ore 16.30, Il perimetro del Noi. Dinamiche sociali e politiche ieri e oggi, incontro con Alessandro Casellato;

martedì 29 ottobre ore 16.30, 1989 – 2019: le metamorfosi della società e dell’economia, incontro con Daniele Marini.

Per informazioni: Pietro Fabris, T 333 3804567.

 

venerdì 25 ottobre ore 17.30

Partire dai fiumi: strategie per affrontare le emergenze climatiche

Un incontro per mantenere viva l’attenzione nei confronti delle “geografie dell’acqua” e delle crescenti criticità emerse sia a livello globale che locale nei confronti della dotazione di acqua dolce. Oltre alle sensibili modifiche apportate dal cambiamento climatico, che riguardano soprattutto le dinamiche idrogeologiche con i preoccupanti effetti di prolungate siccità da un lato e di precipitazioni di breve durata, ma di straordinaria intensità dall’altro, si constata la mancanza di adeguate e lungimiranti politiche ambientali.

Gli interventi previsti cercheranno di focalizzare queste problematiche sia a livello generale che locale, sottolineando l’importanza dell’idrografia in terra veneta.

Il tema dell’evento è del tutto coerente con quanto previsto dall’edizione 2019 del Premio Gabriele Zanetto, geografo cafoscarino prematuramente scomparso. Quest’anno il bando prevede infatti di premiare un giovane geografo che si sia distinto nello studio dei waterscapes come paesaggi culturali, dell’idrografia storica, della scarsità idrica, del water grabbinge dei conflitti tra diversi usi dell’acqua, anche in prospettiva di gestione del territorio.

Introduzione di Francesco Vallerani, interventi di Francesco Puma, Contratti di fiume e le continue emergenze ambientali; Cristian Bertolin, I guardiani dei fiumi: dalla tutela ambientale al turismo sostenibile.

A seguire consegna del Premio Gabriele Zanetto al vincitore della V edizione.

Per informazioni: ramusa@unive.it